Ultima modifica: 14 giugno 2018

Camporosso Capo: una scuola in festa!

Per concludere in bellezza l’anno scolastico ed augurare ad alunni e famiglie un buon inizio estate, le insegnanti della scuola primaria di Camporosso Capo hanno organizzato una festa, l’11 giugno 2018, presso l’impianto sportivo di Via Kennedy.

Durante la manifestazione “Tutti in tuta”, gli alunni, delle cinque classi, hanno mostrato ai genitori le attività svolte nel corso del progetto “Attenzione, concentrazione, ritmo, velocità”, svolto con l’istruttore Antonio Moschitta. Nel corso della manifestazione i genitori si sono cimentati e hanno potuto provare i percorsi proposti agli alunni.

Questa è solo una delle tante attività che gli alunni, guidati dalle insegnanti, hanno potuto sperimentare nel corso dell’anno scolastico.

“Filosofiacoibambini®”: gli alunni delle cinque classi, guidati della Dott.ssa Sara Bracco, hanno potuto sperimentare un metodo educativo originale utile ad ampliare le facoltà immaginative attraverso l’allenamento del linguaggio, dell’attenzione, delle capacità comunicative e relazionali e dell’attitudine all’empatia. La scuola primaria di Camporosso Capoluogo è la prima, nella provincia di Imperia, a ottenere il certificato di Eccellenza Filosofica.

“Coding”: gli alunni di tutte le classi hanno aderito, nel mese si ottobre 2017, al “CodeWeek”, in tale occasione  hanno progettato e realizzato manufatti con perline stirabili.

“Legalità”: le classi quarta e quinta hanno partecipato, il 21 marzo, alla “Giornata della memoria e dell’impegno” ed alla lettura dei nomi delle oltre novecento vittime innocenti di mafia, contribuendo con un canto, che ha coinvolto tutti i presenti.

“Musica”: la classe seconda ha seguito un laboratorio musicale, durante il quale, l’insegnante Wilma Martina ha impartito lezioni di ritmo, canto e teoria musicale. Alla fine del corso si sono esibiti cantando, suonando flauto e percussioni durante una lezione aperta ai genitori.

La classe terza ha seguito un corso di propedeutica musicale con l’insegnante Adriana Costa. I genitori sono stati invitati ad assistere all’ultima lezione, nel corso della quale hanno manifestato grande entusiasmo per le attività proposte.

“A scuola con il tablet”: le classi terza, da inizio anno, e quarta, dal secondo quadrimestre, hanno sperimentato con grandi risultati il BYOD, per integrare l’insegnamento tradizionale con i nuovi strumenti tecnologici che l’era digitale offre, per migliorare la qualità dell’istruzione e coniugare contesto digitale e contenuti tradizionali.
Gli alunni hanno portato a scuola i loro tablet per svolgere attività didattiche mirate e diventare protagonisti del proprio processo educativo.
L’appuntamento con il Tablet è divenuto, in breve tempo, un momento atteso da tutti gli alunni, ha consentito loro di svolgere le attività secondo un ritmo personale, ha fornito rinforzi e stimoli,  ha permesso di sfruttare appieno le potenzialità cognitive di bambini “contemporanei” a contatto con strumenti multimediali ed interattivi.




Link vai su